Fermer
Ligue 1 Uber Eats 26 September 2023, 13:54

L’AS Monaco sconfitto nei minuti di recupero dal Nizza

L’AS Monaco sconfitto nei minuti di recupero dal Nizza
Malgré deux penalties obtenus et au bout d'un match où les deux équipes se sont rendues coup pour coup, les Rouge et Blanc concèdent une courte défaite en toute fin de match dans le Derby face à Nice (0-1).

Un match veramente beffardo! Al termine di una partita combattutissima, in cui ha avuto due rigori a disposizione per portarsi in vantaggio, l’AS Monaco si è dovuto inchinare al Nizza nei minuti di recupero (0-1). Una sconfitta (molto) frustrante, che i biancorossi dovranno dimenticare in fretta in vista della sfida contro l’Olympique di Marsiglia il prossimo fine settimana. Resoconto  ✍️

Facciamo qualche passo indietro 📅

Ancora imbattuti dopo cinque partite in questo avvio di campionato, i biancorossi ospitano una delle altre tre squadre della Ligue 1 che non ha ancora incassato una sconfitta. L’obiettivo è chiaro: voltare pagina rispetto alla scorsa stagione e rimediare alla sonora sconfitta subita allo Stade Louis-II lo scorso febbraio. Un compito non facile contro la miglior difesa del campionato (solo 4 gol subiti), come ha ricordato il tecnico nella conferenza stampa pre-gara.

Siamo concentrati al massimo e non vediamo l'ora di scendere in campo contro il Nizza, il mio primo derby in terra monegasca, quindi un match dal sapore speciale. È una partita che vede contrapposte due squadre imbattute, ai vertici della classifica, che vogliono portare a casa i tre punti. Dall’inizio della stagione abbiamo ottenuto buoni risultati nei match disputati allo Stade Louis-II, con due vittorie contro Strasburgo e Lens ottenute in grande stile.
Adi Hütter, in conferenza stampaAllenatore dell’AS Monaco

La formazione 👥

Adi Hütter decide di mantenere invariato il modulo della formazione, affidandosi al consueto 3-4-2-1, con l’intento di proseguire il buon percorso d’inizio stagione. Ci sono alcuni cambiamenti degni di nota, tra cui il ritorno a centrocampo di Mohamed Camara dopo la giornata di sospensione, Denis Zakaria disposto di nuovo nel ruolo di difensore centrale, mentre in attacco Folarin Balogun, a segno nel match contro il Lorient, parte per la prima volta nell’undici titolare.

Analisi della partita 🎞

Con il campione di Francia del 2000, José Da Costa, a dare il via al gioco, il derby parte di gran ritmo; l’ex monegasco Sofiane Diop si propone subito in fase offensiva, ma il suo tentativo non impensierisce Philipp Köhn (3’). La risposta del Monaco arriva grazie a un fulmineo contropiede, con Aleksandr Golovin che si conquista un rigore. Sul dischetto si presenta Folarin Balogun, ma la sua conclusione viene purtroppo respinta da Marcin Bulka (12’).

Philipp Köhn in modalità “saracinesca”

Il match vive continui capovolgimenti di fronte, e Philipp Köhn è di nuovo chiamato in causa su un colpo di testa di Gaëtan Laborde (22’). Nell’azione successiva Youssouf Fofana tenta il colpaccio dalla distanza, ma il suo potente destro finisce di poco a lato del palo (23’). Non ci sono pause in questo primo tempo palpitante; Sofiane Diop è ancora pericoloso in area con un colpo di testa che l’attento Philipp Köhn para in due tempi (30’). Subito dopo, l’estremo difensore monegasco si ripete su un tiro scoccato in area (32’) da Terem Moffi, ben ostacolato dal recupero portato da Denis Zakaria.

 

Il portiere del Monaco deve poi vigilare sul tiro di Kephren Thuram (36’), e prodigarsi su un tiro-cross molto pericoloso dell’attaccante nigeriano Terem Moffi (38’); è già la quinta parata effettuata dal portiere svizzero, mai così impegnato dalla trasferta di Clermont (5). I ritmi di gioco subiscono una lieve flessione fino all’approssimarsi dell’intervallo, quando il tiro di Vanderson viene deviato e finisce di poco a lato del palo (48’ del pt). L’ultima occasione è per Folarin Balogun, il cui colpo di testa viene bloccato da Bulka con la complicità del palo (49’del pt).

Che sfortuna per Balogun dagli undici metri!

Dopo l’intervallo, la partita riprende con vigore e Takumi Minamino, nominato miglior giocatore della Ligue 1 nel mese di agosto, riesce a procurarsi un altro rigore. È di nuovo Folarin Balogun che si prende la responsabilità dagli undici metri, ma il suo potente tiro viene di nuovo respinto da Marcin Bulka (56’). I tifosi monegaschi non riescono quindi a festeggiare il gol dei loro beniamini e tornano a preoccuparsi per le sorti del match sul colpo di testa di Jean-Clair Todibo (58’), e sul tiro elusivo di Terem Moffi (71’).

Gli Aquilotti nizzardi si spingono in fase offensiva e sfiorano il vantaggio quando il colpo di testa di Ndayishimiye si infrange sulla traversa della porta monegasca (77’)! Entrambi i tecnici optano per delle sostituzioni negli ultimi minuti; è la volta di Takumi Minamino nel vedersi la possibilità del gol negata dal portiere polacco Bulka (82’). La tensione è palpabile nelle ultime azioni e Philipp Köhn è di nuovo costretto a una bella parata dal tiro a giro del giovane Aliou Baldé (88’). Un altro intervento provvidenziale!

La beffa arriva nei minuti di recupero

Purtroppo il portiere del Monaco non riesce a compiere il miracolo sull’ultimo contropiede del Nizza, che si conclude con un imprendibile tiro rasoterra del nuovo acquisto Jeremie Boga (0-1, 91’). Gli ultimi minuti non cambiano il risultato e per l’AS Monaco arriva una dolorosa sconfitta in casa. Una battuta d’arresto che i biancorossi dovranno dimenticare in fretta in vista della sfida contro l’Olympique di Marsiglia allo Stade Louis-II sabato prossimo (ore 21).


📋 La scheda della partita:

Venerdì 22 settembre – Stade Louis-II

Ligue 1 – 6a giornata: AS Monaco 0-1 OGC Nizza

Primo tempo: 0-0

Gol: Boga (91’) per il Nizza

Cartellini gialli: Golovin (72’) per l’AS Monaco; Ndayishimiye (56’) per il Nizza

AS Monaco: Köhn – Singo, Zakaria, Magassa (Maripán, 95’) – Vanderson, Fofana ©, Camara (Matazo, 81’), C.Henrique (Jakobs, 82’) – Minamino (Boadu, 95’), Golovin, Balogun (Ben Yedder, 67’)

In panchina: Majecki, Jakobs, Maripán, Matsima, Akliouche, Diatta, Matazo, Ben Yedder, Boadu

Allenatore: Adi Hütter

OGC Nizza: Bulka – Lotomba, Todibo, Dante ©, Bard – Sanson (Rosario, 64’), Ndayishimiye, Thuram – Laborde (Baldé, 78’), Moffi (Guessand, 78’), Diop (Boga, 64’)

In panchina: Boulhendi, Atal, Perraud, Beka Beka, Rosario, Baldé, Boga, Bouanani, Guessand

Allenatore: Francesco Farioli